Cuccuma Caffè: il caffè con calma

E’ macinato fresco, preparato con la caffettiera napoletana come ai tempi dell’indimenticabile Eduardo, in un’atmosfera vintage, soft, dove il tempo scorre piano…

In Via San Giovanni Maggiore Pignatelli 1A (zona natale del grande Pino Daniele…), parallela a Via Santa Chiara, a pochi metri da Via Benedetto Croce – Piazza San Domenico Maggiore, c’è un posto, denominato “Cuccuma Caffè”, dove, oltre ad una fetta di pastiera, caprese, migliaccio o babà, si può sorbire ‘o cafè napulitano ‘e na vota…

Artisti del pennello o della rima baciata, musicisti vari, turisti di ogni dove sono i frequentatori di questo luogo dove il tempo si è fermato…

Nel senso che il trantran della vita moderna, ossessionata dal traffico di una città come Napoli, ponte fra l’Africa del Nord e l’Italia del Centro, sta fuori alla porta…

Nessuno alza la voce, nessuno scalpita per essere servito, ci si saluta anche se non ci si conosce, in un’atmosfera ovattata, fuori-dal-mondo…

Personalmente, mentre attendevo la mia fetta di pastiera con il caffè, mi son trovato a parlare, con due coppie astigiane, della macchinetta da caffè di Eduardo e del “Cristo velato”, della sfogliatella riccia e frolla dell’Antica Pasticceria “Armando Scaturchio” e dell’Arte Presepiale di Via San Gregorio Armeno, della pizza al forno e fritta di “Concettina ai 3 Santi” e del Museo di San Martino, della pastaefagioli “alla marinara” della Trattoria “da Concetta” e di “Napoli sotterranea”…

Al punto che, quando devi andar via, già stai pensando a quando ritornerai a prendere ‘nu cafè alla Eduardo.

EMILIO VITTOZZI

Share this nice post:

This entry was posted in Recensioni, Riflessioni. Bookmark the permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>