CAMMAROTA SPRITZ – QUARTIERI SPAGNOLI

I “Quartieri Spagnoli” di Napoli sono una città nella… Città.

Il grande Raffaele Viviani ne parlò in varie occasioni, a cominciare da “Bammenella” (‘e coppe quartiere), portata al successo da Angela Luce, Mirna Doris, Fiorenza Calogero e cantata anche dalla Milanese Ornella Vanoni.

I “Quartieri Spagnoli”, per molti, sono sinonimo di “zona degradata ad alta presenza camorristica”, ma sono molto affascinanti da visitare, vicoli dove il sole a volte non entra, dove si respira una “umanità” variegata, di uomini, donne e bambini di ogni età, dove sui muri sono affissi immagini di San Gennaro e di Maradona, della Vergine Maria e di Pino Daniele, a testimonianza di una Napoletanità radicatissima.

Non bisogna mai lasciarsi fuorviare dai pregiudizi…

In Vico Lungo Teatro Nuovo c’è la famosissima “Nennella”, in Via Santa Maria delle Grazie a Toledo c’è “da Concetta”.

In questo caratteristico luogo a ridosso dalla centrale Via Toledo c’è “Cammarota Spritz” di Armando Cammarota in Vico Lungo Teatro Nuovo N.32 (si, a pochi metri da “Nennella”).

Il suo notissimo locale ha avuto una decisa trasformazione: da “vini ed olii” in un must dell’happy hour.

Le botti capovolte fungono da tavolini, situate all’interno e all’esterno di questo particolare punto di riferimento per molti…

Nella vineria vecchio stile, piccolo locale sempre sovraffollato (tanto che la gente si riversa all’esterno occupando completamente la strada antistante), Armando serve spritz, digestivi, vini e spumanti ad un pubblico molto variegato: turisti, studenti, abitanti del quartiere, spettatori del vicino “Teatro Nuovo”, avventori della rinomatissima “Trattoria Nennella” e della neonata “Trattoria da Concetta”.

Armando, infatti, con cordialità e allegria vi accoglierà nel suo regno per offrirvi un bicchiere di Fiano, di “Lacrima Christi”, di Falanghina o di Aglianico; non solo, potrete comprare bottiglie di vino e qui il vuoto è davvero a rendere, così come si “usava” una volta….

Vedrete che riportando la bottiglia vuota Armando vi farà una piccola attenzione!

Anche perché i prezzi sono ottimi, anche per vini di diverse zone al calice e per l’aperitivo che è accompagnato da tarallini e patatine.

Certo, ora dovrà sostituire i bicchieri di plastica, visto le ultime ordinanze comunali: ciò, però, non intaccherà nulla di Armando e del suo celebre “Spritz”.

A cui, nel lontano gennaio 2017, regalai una bandiera della Pace da installare sopra l’ingresso…

All’interno, il colore predominante è l’arancione.

Chi predilige l’arancione ha una grande vitalità, fiducia in se stesso, ottimismo e buonumore; ponderano le loro decisioni e denotano forza, onore e generosità.

Il colore arancione simboleggia la comprensione, la saggezza, l’equilibrio ed armonia interiore.

Ogni mossa di chi predilige l’arancione è gestita dalla ragione (Armando è così?).

Chi indossa indumenti di colore arancione ha un carattere gioioso, esprime buonumore e ottimismo.

Il colore arancione irradia calore e felicità, combinando l’energia fisica e la stimolazione del rosso con l’allegria del giallo.

Il colore arancione influenza fisicamente, stimola l’attività, stimola l’appetito, incoraggia la socializzazione (e ciò avviene da “Cammarota Spritz”…).-

EMILIO VITTOZZI

Share this nice post:

This entry was posted in Recensioni, Riflessioni. Bookmark the permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>