I DE FILIPPO IN MOSTRA

di Emilio Vittozzi

E’ una gran bella mostra quella che, dal 28 ottobre 2018 al 24 marzo 2019, occupa gran parte del Castel dell’Ovo di Napoli, simbolo della città partenopea. Una mostra che vale il biglietto!

Ci sono tutti: Eduardo, Peppino, Titina, Luca, Luigi e, finanche, il Patriarca Eduardo Scarpetta con Vincenzo al suo fianco…

Castel dell’Ovo è occupato ovunque: nella Sala Carceri il visitatore è accolto da un video dell’Istituto Luce che, in 15 minuti, racconta le biografie dei sette sopra citati. E poi lettere, foto, video, oggetti, scenografie, costumi, locandine, manifesti, copioni, film, poesie, canzoni e molti inediti provenienti dalla famiglia, da archivi privati, da istituti vari.

Perché Scarpetta-De Filippo non è una famiglia: è una dinastia d’Arte, che ha lasciato un profondo segno nel teatro italiano del Novecento!

Personalmente mi ha molto colpito l’abito e la “coppola” di Eduardo in “Natale in Casa Cupiello”…

Ma tutto, e sottolineo tutto, colpisce il visitatore, che non può che sottolineare la “maestosità” di Eduardo rispetto agli altri componenti della famiglia.

E cosa dire delle tante poesie scritte da Eduardo e declamate da attori scelti per l’occasione? Salemme, Zingaretti, Sastri su tutti…

Cosa aggiungere alla famosa scena della “pernacchia”, che ancora fa ridere, grandi e piccini?

Non manca l’impegno civile di Eduardo, al fianco dei ragazzi del Carcere di Nisida e del Filangieri e di tutti coloro che lottavano per i propri diritti e chiedevano il suo “aiuto”.

La location è forse la migliore che si poteva scegliere: il Castel dell’Ovo, sul lungomare di Via Caracciolo, con tutte le sue stanze è affascinante di suo: figuriamoci, poi, con siffatta mostra…

Share this nice post:

This entry was posted in Recensioni, Riflessioni. Bookmark the permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>