PARLARE DI PACE E’ BELLO…

Continua il tour per la presentazione del libro “Quella sporca dozzina” di Tonino Scala ed Emilio Vittozzi, dopo quelle al “Teatro Sales” di Portici, a “Villa Bruno” a San Giorgio a Cremano, a “Villa Savonarola” a Portici, alla Biblioteca del CRAL della Circumvesuviana di Napoli, a “Stabia Channel”, al Palazzo dell’Infanzia e dell’Adolescenza di Via Semonella a Pascarola – Caivano, alla Basilica di San Mauro Abate a Casoria, alla “Vecchia Pastaia” di Via Marra a Boscoreale, a “Radio Blu Napoli”, a “Radio Entropia”, al Ristorante-Pizzeria “E’ quasi pronto” di Scafati, al 1° Circolo Didattico di Poggiomarino, a Caserta, all’Associazione “L’Albero Rosso” di Napoli, al 1° Circolo Didattico di Poggiomarino (seconda volta!), nell’Aula Consiliare di Sarno, a “Road TV Italia”, a Giugliano, alla Biblioteca “Casa Nostra” alla Salita Cinesi nel Quartiere Sanità di Napoli, al Centro Sociale Polifunzionale di Via Benedetto Croce a Portici …

Il libro, nonostante la data di uscita (gennaio 2012), è sempre di attualità perchè il tema “Pace” è di quelli sentiti. Lo dimostra anche la sensibilità di chi organizza le presentazioni o di chi appoggia il libro: il Sindacato O.R.S.A. dell’ex Circumvesuviana, per le feste natalizie dell’anno scorso, unitamente ad una penna ed un artistico portapenne in legno, come cadeau ai suoi Iscritti, ha donato ben 250 copie!

Un’Insegnante di Scuola Elementare, ai suoi alunni che si accingevano al loro Primo Incontro con Gesù Eucarestia due anni fa, invece del solito “pensierino della Maestra” (penna, portachiavi o ciondolo), ha donato loro una copia del libro personalizzata alunno per alunno!!

Un Dirigente dell’Ente Autonomo Volturno, per Pasqua 2015, ha legato una copia del libro ad ogni uovo di cioccolata donato a nipoti e parenti vari!!!

Tutto questo perché il ricavato va alle Vittime innocenti di camorra; tutto questo perché di Pace si sente sempre il bisogno…

Parlarne con bambini di Scuola Elementare o con studenti di Media Superiore, con anziani o ad un pubblico eterogeneo per età, è cosa buona e giusta, eccitante come poche: sapere che, per due ore pomeridiane, si è stati preferiti a Barbara d’Urso o a Maria de Filippi (tanto per citare solo due “pezzi grossi” della televisione) è cosa assai gratificante, che fa bene al cuore…

Che si canti “Imagine”, “We shall overcome”, “Dio è morto”, “Auschwitz” dal vivo o le si ascolti da un dvd è quasi una “liberazione”, un “mantra”; ascoltare bambini che spiegano ad altri bambini e ai rispettivi genitori chi sia stato Aldo Capitini (ideatore della Marcia della Pace Perugia-Assisi) o don Tonino Bello è come una lezione di “educazione civica”, una sorta di “coltivazione della memoria storica”.

Inutile sottolineare che l’unione fra i due Autori si rafforza ulteriormente, presentazione dopo presentazione, autografo dopo autografo, fotografia-ricordo dopo fotografia-ricordo…

Le differenze di età fra i due (43/59), di nascita (Krefeld/Napoli), di tifo (Napoli/Inter), di estrazione religiosa (Azione Cattolica/Salesiani), di preferenze musicali (neomelodici/cantautori), gastronomiche (parmigiana di melenzane/bistecca ai ferri) si annullano dinnanzi ad un Valore autenticamente inter-nazionale come la Pace…

TONINO SCALA-EMILIO VITTOZZI

Share this nice post:
This entry was posted in Libri. Bookmark the permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>